Space Opera 1

Veramente la rotta Glossi 01A – Forcell T è una delle peggiori di sempre.

La Vendicta stava roteando per allinearsi con la tangente della stazione spaziale, Randor inclinava leggermente la cloche mentre occhieggiava il buio circostante, allineato per risparmiare sul carburante indicato sulla plancia da quei cubi giallo smorto sempre presenti nella sua mente quando volava.

Beep – la spia di comunicazione indicava un nuovo messaggio. Randor sfiorò il tasto di visualizzazione dei messaggii sulla console di comunicazione.

– Raggiunto limite di ingaggio sicuro, contattare servizio di approccio –

Continuando a guardare il buio circostante Randor azionò il messaggio vocale

“Vendicta operativo 4679-F, consegna stipulata per Consorzio Agrario. Mittente Delois Industrie.” – L’ennesima consegna al consorzio agrario, una delle rotte più noiose dell’universo conosciuto e chiaramente la rotta che doveva percorrere di più nella sua noiosa carriera di corriere spaziale. Decollo, allineamento uscita, iperspazio, uscita su Glossi e allineamento tangente di avvicinamento.

Però almeno pagava bene ed era una rotta sicura. E la sua fida Vendicta aveva una zona cargo grande abbastanza per i macchinari che venivano spediti.

E poi era un’occasione per vedere Flora.

Si perdeva quando Flora parlava del più e del meno mentre entrambi aspettavano che i macchinari venissero scaricati. Non era bella per gli standard galattici, nessun make up 3D e un’abbigliamento più consono al lavoro agrario che ai bar alla moda delle stazioni spaziali. Ma a lui piaceva così. Un sorriso che riusciava a rimuovergli la sua patina di grigio lupo spaziale che dopo qualche anno di servizio prendono tutti i corrieri spaziali. Specialmente quelli soli come lui.

Mosse la cloche per tenere l’allineamento, diede un veloce sgardo alla distanza e fissò lo sguardo sul pannello di comunicazione. 

Nessuna risposta.

Guardò ancora la distanza. Quattro chilometri e mezzo. Strano. Si toccò la barba e la trovò un pò troppo lunga per la visita a Flora. Classico lupo grigio, che non si taglia neanche la barba.

Sospirò e sfiorò ancora il pulsante di comunicazione. “Vendicta a Consorzio Agrario, mi confermi l’approccio?”.

Messaggio ricevuto e spunta, letto.

Tre chilometri.

Ridusse la velocità fino a fermarsi. Qualcosa non andava.

Space Opera 2

Un pensiero su “Space Opera 1

  1. Pingback: Space Opera 2 – Il Guercio Scrive

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...